Durs Grünbein, Strofe per dopodomani


Durs Grünbein

Strofe per dopodomani
e altre poesie

a cura di Anna Maria Carpi

Torino, Einaudi, 2011, 216 p.
“Collezione di poesia”

leggi un estratto

Dalla presentazione editoriale: “Di fronte a un mondo che appare postumo, popolato di sopravvissuti tra le rovine, «il filosofo stanco | da un pezzo ha perso il filo e la domanda». Le Strofe per dopodomani di Grünbein sono la testimonianza di una frattura del tempo («È il 40 d’aprile, un giovedì») e in questa frattura il poeta deve ricominciare a ricalibrare lo sguardo, a trovare nuove coordinate. La società che credeva nel progresso indefinito, nel welfare, nella cultura del benessere inizia a proiettare nel suo futuro immagini del passato, ad accumulare le macerie di un mondo votato alla tecnica. Il poeta continuerà sempre a osservare minuziosamente la realtà, a interrogare con crudezza i propri sentimenti, a trovare nuove parole d’amore, ma come ripartendo da un vuoto, con un’ombra di incomprensibilità maggiore che in passato. Grünbein riesce a rendere questo spaesamento come pochi altri poeti contemporanei. Con la forza del suo potente occhio analitico intrecciata alla sua non meno straordinaria memoria culturale.”

This entry was posted in In vetrina and tagged . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *